Primary tabs

La Regione Emilia-Romagna ha ricevuto in totale 1.200.637 euro, di cui circa 350 mila per la realizzazione di nuove strutture e circa 850 mila per la programmazione regionale e per Centri antiviolenza e case rifugio esistenti. Nella Delibera la Regione riconosce che i suoi interventi per l'assistenza alle donne vittime di violenza coincidono con il supporto ai Centri antiviolenza e alle case rifugio. Pertanto sceglie di suddivide i circa 850 mila euro per la metà a favore di Comuni sede di Centri antiviolenza e l'altra metà a Comuni sede di case rifugio. Il riparto delle risorse tra Comuni è stato calcolato per i Centri antiviolenza sulla base del numero di ore di apertura del servizio e le ore di attività del personale retribuito nell'anno 2013; per le case rifugio sulla base del numero di posti letto disponibili nel 2013. Per quanto riguarda le risorse destinate alla creazione di nuovi centri, la suddivisione tra Comuni è avvenuta individuando gli ambiti territoriali carenti rispetto alla media regionale di ore di accoglienza, ore di attività del personale retribuito e di posti letto disponibili in rapporto alla popolazione, al fine di equilibrare l'offerta di servizi nel territorio regionale. Fonte: GPG/2014/1710 del 27/10/2014

Dataset Info

These fields are compatible with DCAT, an RDF vocabulary designed to facilitate interoperability between data catalogs published on the Web.
FieldValue
Modified Date
2015-04-27
Release Date
2015-03-04
Identifier
f0dfbb24-7c52-4175-9731-2ad47da66d24
License
Creative Commons Attribution
Public Access Level
Public