Blog

Chi si rivolge ai centri anti-violenza: situazione economica

Il progetto WE GO! ha previsto una raccolta dati che ha coinvolto i centri anti-violenza partner del progetto e altri 5 centri che hanno collaborato all’implementazione delle attività. I centri sono basati in 4 Paesi europei: 1 in Bulgaria, 6 in Grecia, 3 in Italia e 2 in Spagna. L’obiettivo della raccolta dati è di contribuire alla costruzione di conoscenza sui bisogni economici delle donne che hanno subito violenza domestica, nello specifico sulle loro caratteristiche socio-economiche. La raccolta dati ha coinvolto 552 donne. La privacy delle donne è stata tutelata e nessun dato personale è...

Chi si rivolge ai centri anti-violenza: forma e durata della violenza

Il progetto WE GO! ha previsto una raccolta dati che ha coinvolto i centri anti-violenza partner del progetto e altri 5 centri che hanno collaborato all’implementazione delle attività. I centri sono basati in 4 Paesi europei: 1 in Bulgaria, 6 in Grecia, 3 in Italia e 2 in Spagna. L’obiettivo della raccolta dati è di contribuire alla costruzione di conoscenza sui bisogni economici delle donne che hanno subito violenza domestica, nello specifico sulle loro caratteristiche socio-economiche. La raccolta dati ha coinvolto 552 donne. La privacy delle donne è stata tutelata e nessun dato personale è...

Chi si rivolge ai centri anti-violenza: età, livello di istruzione e Paese di origine

Il progetto WE GO! ha previsto una raccolta dati che ha coinvolto i centri anti-violenza partner del progetto e altri 5 centri che hanno collaborato all’implementazione delle attività. I centri sono basati in 4 Paesi europei: 1 in Bulgaria, 6 in Grecia, 3 in Italia e 2 in Spagna. L’obiettivo della raccolta dati è di contribuire alla costruzione di conoscenza sui bisogni economici delle donne che hanno subito violenza domestica, nello specifico sulle loro caratteristiche socio-economiche. La raccolta dati ha coinvolto 552 donne. La privacy delle donne è stata tutelata e nessun dato personale è...

Libere dalla violenza: buone pratiche in Europa per promuovere l’indipendenza economica delle donne

WE GO! (Women Economic-independence & Growth Opportunity) è un progetto co-finanziato dall’Unione europea implementato da 15 partner in 7 Paesi UE, coordinato da ActionAid Italia. É un progetto ambizioso che mira a potenziare gli interventi per promuovere l’empowerment economico delle donne che hanno subito violenza domestica. Spesso le donne non si sottraggono a relazioni violente proprio perché economicamente dipendenti dal loro partner e quindi prive di un’alternativa immediata e sostenibile per se stesse e per i propri figli. Il progetto si basa sulle esperienze maturate dai centri...

#donnechecontano: perché le donne contano sempre, non solo l’8 marzo

In occasione dell'8 marzo, chiediamo al Governo di nominare un/a Ministro/a per le pari opportunità : ActionAid ritiene infatti che sia necessaria una figura di governo dedicata al tema, per una migliore efficacia delle azioni e per una continuità degli interventi. Chiediamo inoltre maggiore trasparenza sull'uso dei fondi antiviolenza , attraverso la definizione di un chiaro processo di rendicontazione e la pubblicazione di tutte le informazioni. E' inoltre necessario definire una metodologia che permetta di valutare l’impatto degli interventi finanziati per capire effettivamente quali sono i...

#donnechecontano: presentata Risoluzione in Parlamento

Le richieste di "Donne che contano" entrano in Parlamento grazie a una Risoluzione presentata in Commissione Affari Sociali dall'On. Di Vita e grazie al sostegno alla nostra iniziativa dell'On. Spadoni. La Risoluzione invita il Governo a predisporre una sezione online del sito del Dipartimento Pari Opportunità in cui rendere disponibili tutti gli atti ufficiali rilevanti sull'uso dei fondi antiviolenza, oltre che prevedere meccanismi che rendano possibile la valutazione dell'impatto dei finanziamenti sul territorio nazionale. Il testo è disponibile a questo link

Indice di Trasparenza: Toscana tra le regioni con punteggio più alto

In seguito al confronto tra ActionAid e la Regione Toscana , presentiamo un aggiornamento dell’indice di trasparenza per questa amministrazione. La Regione ha infatti fatto domanda di rettifica del punteggio che le era stato attribuito, poiché la sua delibera conteneva un allegato che esplicitava il numero di strutture antiviolenza presenti in ciascuna delle ex province e includeva informazioni sulle azioni che si intendevano intraprendere con i fondi dedicati alla programmazione regionale. La Toscana presenta quindi ora un punteggio per la trasparenza pari a 13 (le era stato attribuito un...

Fondi antiviolenza: la mappa della trasparenza, un anno dopo

A un anno dal lancio dell’iniziativa di #donnechecontano , ActionAid ha voluto cercare ed analizzare informazioni sui fondi della L. 119/2013 per il biennio 2013-2014 che le Regioni hanno erogato a favore dei centri antiviolenza e case rifugio. Ne risulta un quadro parziale e disomogeneo, da cui trarre lezioni per i futuri stanziamenti. Una mappa parziale La mappa mostra che solo per 10 amministrazioni è possibile consultare la lista delle strutture beneficiarie dei fondi. Di queste, 5 regioni - Veneto, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Puglia - hanno pubblicato on line i nomi di ciascuna...

A Palazzo Chigi il 20 novembre parliamo di trasparenza dei fondi antiviolenza. Partecipa anche tu!

Il 20 novembre prossimo saremo a Palazzo Chigi insieme a Wister e D.i.Re per presentare i risultati di #donnechecontano e discutere di trasparenza nella gestione dei fondi pubblici stanziati per la lotta alla violenza sulle donne. Anche D.i.Re presenterà un'analisi sul numero di centri antiviolenza appartenenti alla rete che hanno beneficiato dei fondi della Legge 119/2013. Attraverso il dialogo tra associazioni e istituzioni, l’evento vuole favorire l’emersione di proposte per una gestione trasparente ed efficace delle risorse. Per partecipare all’evento è necessario iscriversi al seguente...

Le mappe della Trasparenza sui Fondi Antiviolenza

Sulla base dell’esperienza di ricerca e analisi delle delibere regionali condotta da Novembre 2014 ad Aprile 2015, ActionAid ha prodotto un indice di trasparenza che ha lo scopo di illustrare come varia, da Regione a Regione, l’accessibilità alle delibere adottate e il dettaglio delle informazioni fornite. L’indice ha un valore che varia da 0 a 15, calcolato tenendo conto di diverse variabili appartenenti a 2 categorie: la trasparenza “formale” , che fa riferimento all’accessibilità dei documenti e al loro formato, e la trasparenza dei “contenuti” , ossia il livello di conoscenza che si può...